Come cambia il corpo quando smettiamo di allenarci ?

Come cambia il corpo quando smettiamo di allenarci:
le prime trasformazioni fin dalla seconda settimana, e trasformazioni dopo una settimana, un mese, un anno 
Può capitare, a volte per motivi di lavoro o vacanza o convalescenza o semplicemente per un attacco di pigrizia, che l’attività fisica venga messa in secondo piano, rimandando all’indomani o più.., il ritorno alle attività fisiche abituali, o alla palestra del cuore.
I giorni passano, ma il corpo ne risente presto, perché i benefici dello sport non sono permanenti! Ecco cosa succede al nostro corpo…

Dopo qualche giorno 
Inizialmente il corpo si sentirà quasi in vacanza, riprendendosi da qualche doloretto muscolare. Ma se in questi giorni continuiamo ad assumere lo stesso cibo e addirittura ci concediamo qualche eccezione in più di cibo o alcolici, allora potremmo iniziare a sentirci un po' gonfi.

Dopo una settimana
Potremmo iniziare a sentirci un po' meno tonici: le fibre muscolari cominciano infatti a diminuire subito di volume, mentre il corpo tende a trattenere di più i liquidi. Ovviamente non ci si sente troppo male e, tornando ad allenarsi presto, non si noterà alcun significativo cambiamento rispetto a prima.

Dopo due settimane
La forma fisica comincia a regredire. I mitocondri, infatti, le "centrali energetiche" della cellula, che producono l'energia necessaria per molte funzioni, quali il movimento e il trasporto di sostanze, e che sono numerosi nelle cellule renali o muscolari dove si registra un grande consumo di energia, iniziano a diminuire. La resistenza cardiaca è la prima cosa che va in sofferenza. Fare le scale può portare a sentire i muscoli bruciare o lasciare con il fiato corto. Comincia a diminuire anche la forza muscolare anche se in misura inferiore rispetto alla resistenza.

Dopo un mese
La maggior parte delle conquiste a livello di resistenza cardiaca e di resistenza muscolare, raggiunte piano piano negli ultimi mesi, cominciano a dissolversi. La massa grassa aumenta e diminuisce la massa magra. Senza allenamento, anche lo stress aumenta: l'attività fisica non supporta più il conquistato ritmo circadiano e così può diventare difficile dormire bene la notte. L’organismo ha un orologio interno che controlla i momenti di veglia e di sonno, con un ritmo costante (ritmo circadiano), che coinvolge tutte le cellule, i tessuti e gli organi e influisce sul loro funzionamento. Un allenamento costante mette a punto un ritmo circadiano. Interrompendolo disturbiamo tale ritmo.

Dopo qualche mese
Il metabolismo cambia. Oltre a bruciare meno calorie, il fisico si stanca prima e di più. Il cuore fa più fatica e i polmoni non assorbono così tanto ossigeno come erano abituati a fare prima. Dopo 8 settimane di pausa si registra un aumento del 12% circa dei livelli di grasso corporeo, conseguente aumento del peso e del girovita e diminuzione netta della massa muscolare.

Dopo un anno
Oltre ad un aumento di peso, della percentuale di massa grassa, alla perdita di volume dei muscoli, al rallentamento del metabolismo, si può andare incontro a qualche rischio di salute per la pressione alta, l’aumento del colesterolo, l’insorgere dell'insonnia e perfino una diminuzione della soddisfazione e del livello di allegria, fino alla depressione. 
L’unica scelta è muoversi, d’altronde i piedi non hanno radici.

© 2014 Be-fit P.IVA 06259060827
S.S.D. Laurana 14 srl
Chiamaci: 091.625.82.63
DA LUNEDI A VENERDI DALLE: 6:30 – 21:00 · SABATO: 8:00 – 18:00
DOMENICA DALLE 9.00 ALLE 13.00

Seguici su: